Le origini di MecWilly

Le versioni precedenti di MecWilly e il vecchio laboratorio. Non tutte sono presenti in quanto per alcune, come le primissime, non ci sono fotografie.

Anni 1998/99

Questo robot aveva le gambe in ferro. I motori a spazzole dei finestrini delle automobili. Erano posizionati nel busto, le articolazioni venivano azionate tramite cavi d’acciaio sempre dei meccanismi dei finestrini. In questo modo il robot poteva disporre di gambe molto sottili. Il corpo totalmente assemblato raggiungeva un’altezza di circa un metro e trenta centimetri.

Qui sotto la prima versione con il corpo di legno (era un pezzo del vecchio letto da bambino del babbo).

Un antenato di MecWilly costruito con le parti metalliche di vecchi computer degli anni 80, allora i computer erano molto massicci. La testa era costruita con un alimentatore, la base, che conteneva la batteria di un’automobile, era formata dalla parte metallica di un vecchio monitor. Il corpo era un case metallico di un grande computer anni 80 tagliato a metà.

Jeremy 14 (anni 2000-2001)

Jeremy era un volto che poteva comunicare stati d’animo, tramite alcuni tratti del viso. Il numero 14 del suo nome derivava dal fatto che fosse il quattordicesimo robot costruito fino ad allora. In questa sezione non sono riportati tutti i robot. Era controllato da un computer tramite una scheda di interfaccia costruita a mano. Aveva dei motori passo-passo che muovevano labbra, palpebre e sopracciglia.

Anni 2003/04

Gambe robot in alluminio azionate da motori a spazzole con riduttori assemblati a mano, per un totale di 40 ingranaggi. L’intera lavorazione dell’alluminio è stata effettuata, come sempre, tramite l’utilizzo di sega, lima e trapano.

Gambe meccaniche: Antenato di MecWilly

C900 (anno 2005)

Era un robot pubblicitario, veniva guidato senza fili da un operatore e portava sopra di sè dei manifesti.

C900: Antenato di MecWilly


Junior (anno 2005)

Questo robot era alto 85 cm e riusciva a camminare in tutte le direzioni e a correre in avanti. Tutta la struttura in alluminio era realizzata, come sempre, a mano.

Gambe con busto: Antenato di MecWilly

Junior versione compatta (anno 2005)

Questo era un prototipo di gambe corte con grossi motori e tutte le articolazioni principali. Il risultato è una sorta di robot compatto.
Video: Junior versione compatta

Junior grasso: Antenato di MecWilly

Junior Mini (anno 2005)

Questo era un piccolo prototipo con poche articolazioni.

Robot piccolo: Antenato di MecWilly

VERO (anno 2006)

L’umanoide VERO era un robot bambino che tramite i suoi 10 motori disposti nelle gambe era in grado di camminare. Indossava comuni abiti da bambino.

Vero: Antenato di MecWilly

Anno 2008

Una versione precedente di MecWilly. Ancora non si chiamava così, aveva il viso in alluminio e delle grandi ruote.

Antenato di MecWilly 2008

MecWilly (anni 2008-2009)

Mecwilly in una versione precedente a quella attuale.

Antenato di MecWilly

Mecwilly in una versione precedente a quella attuale. (Nell’immagine a destra era vestito da direttore d’orchestra)

Antenato di MecWilly maestro di orchestra

Mecwilly in una versione precedente a quella attuale.

Antenato di MecWilly

MecWilly (dal 2010 ad oggi)

Mecwilly mentre era in costruzione.

MecWilly in costruzione

MecWilly stupito

MecWilly Junior (anno 2010)

MecWilly Junior era una variante di MecWilly con monitor LCD. Progettato appositamente per l’educazione aveva le dimensioni di un bambino di 4 anni. Alcune sue caratteristiche sono state adottate anche nella successiva versione Educational, era più economico e più adatto ad interagire con i bambini. Il volto LCD di MecWilly Junior era una soluzione che consentiva una riduzione dei costi di produzione e manutenzione, la possibilità di intervenire sulle caratteristiche fisiche del viso (utile per testare le funzionalità di interazione basate su vari tipi di facce), poteva mostrare immagini, video, parole direttamente dalla faccia. Era dotato di telecamera e microfono, il software era stato scritto appositamente per interagire con i bambini, successivamente migliorato è ancora oggi utilizzato nella versione Educational attuale. MecWilly Junior indossava abiti per bambini. Poteva muovere le braccia e afferrare oggetti con le mani. All’interno delle mani risiedeva un lettore RFID (Radio Frequency Identification) così da poter riconoscere qualsiasi oggetto a cui era stato inserito un transponder. In questo modo, durante le conversazioni e i giochi con i bambini, il robot poteva riconoscere gli oggetti e incrociarli con i dati del riconoscimento vocale.
Video: MecWilly J. impara i colori del mondo

MecWilly Junior

MecWilly Educational (2011-Oggi)

MecWilly Educational è robot a basso costo progettato per interagire con i bambini in diversi contesti educativi. E’ uno strumento educativo flessibile che si adatta alle idee dell’insegnante e del ricercatore.

MecWilly Educational con bambina e libro

MecWilly (Aggiornamento del 2013)

MecWilly è stato aggiornato nel 2013, come principali novità un touchscreen sul retro che permette di tenere sotto controllo il sistema e di gestire le impostazioni. Inoltre può dialogare liberamente con le persone su argomenti generici o specifici senza necessità di training vocale da parte del parlatore.

MecWilly nuova versione

MecWilly Abete (2016-2018)

MecWilly Abete è robot umanoide da costruire, è composto da materiali semplici ed ecologici, stimola il pensiero creativo e incoraggia l’utilizzo di oggetti di uso comune per realizzare i propri sogni creativi. E’ un progetto che coinvolge robotica, informatica, elettronica, manualità e tanta creatività. MecWilly Abete può essere programmato da educatori, insegnanti o persino bambini a far fronte a qualsiasi conversazione ed esprime emozioni con il volto. Un laboratorio aperto per insegnare ai bambini a costruire e programmare un vero robot umanoide.
Clicca qui per entrare nella sezione dedicata a MecWilly Abete.

MecWilly Abete

MecWilly Compact/Damerino (dal 2017 ad oggi)

MecWilly Compact/Damerino è una faccia robotica educativa da costruire e programmare. Il principale utilizzo è quello di insegnare robotica e programmazione. Con MecWilly Compact è possibile creare delle vere e proprie conversazioni con un robot umanoide. E’ controllata da un dispositivo Android e si programma in modo semplice tramite un linguaggio di programmazione realizzato appositamente per questo robot.

× Scrivici su Whatsapp